Chi siamo

L’associazione “Rispettando San Salvario” è nata nell’ottobre 2010 per iniziativa di un gruppo di cittadini residenti nella zona che, dopo aver lottato per anni, individualmente e con raccolte di firme, per il diritto di vivere serenamente, hanno deciso di unire le loro forze e talenti per contrastare con maggior successo il degrado che da alcuni anni si sta diffondendo nel quartiere, colonizzandone le vie e le abitazioni.
La decisione di unire le forze per la salvaguardia del nostro territorio e delle persone che lo abitano è nata soprattutto dall’amore per un quartiere che per noi ha una bellezza unica, fatta da un insieme di caratteristiche che è difficile trovare riunite altrove.
Oggi viviamo una situazione di sofferenza per il degrado diffuso che deturpa la bellezza del nostro quartiere e si manifesta in molti modi: scarabocchi che imbrattano i muri delle case, dilagare di sporcizia dovuta alla maleducazione di una parte di residenti e frequentatori che abbandonano l’immondizia dove capita e usano i marciapiedi come latrine improprie per sé o per i loro cani, bivacchi di persone che abbandonano ovunque gli avanzi delle loro bevute, vandalismo sulle auto posteggiate, condizioni di viabilità e di sosta sempre più difficili e irrispettose del diritto alla mobilità dei residenti.
A tutto ciò si aggiunge un problema che tocca la vita di un numero crescente di persone e ne minaccia non solo il diritto a vivere in un luogo pulito e rispettato nella sua integrità, ma il diritto alla salute e alla tranquillità domestica.
Il dilagare dei locali notturni ha radicalmente modificato la realtà del quartiere favorendo una desertificazione delle attività diurne, la sparizione quasi totale dell’artigianato tradizionale e trasformando le notti in una giungla in cui non vale più la forza del diritto ma il diritto della forza. La conseguenza più grave è l’inquinamento acustico che invade le nostre case e impedisce il riposo e il sonno. L’impossibilità di riposare tranquillamente non solo interferisce con il ritmo del sonno, ma ha pesanti conseguenze individuali e sociali: ne risente tutta l’attività diurna, l’efficienza sul luogo di lavoro, la prontezza di riflessi nella guida, la razionalità delle valutazioni, la tenuta del sistema nervoso.
La nostra esperienza personale ci ha insegnato inoltre che allo stress da mancanza di riposo si aggiunge quello provocato dalla consapevolezza di subire violenza e sopruso, di vivere una situazione di diritti negati, di violazione continuata delle leggi esistenti, di sospensione o delle regole della democrazia.
Da questa complessità di esperienze e sensazioni sofferte sulla nostra pelle ci ha convinti a rifiutare la scappatoia della fuga dal quartiere e a organizzarci per resistere al degrado e al sopruso e per riportare la legalità e la democrazia sostanziali in questo pezzo di città, offeso dall’incuria, dalla maleducazione, dalla prepotenza. Solo nel rispetto di regole condivise tutti possono essere liberi.
Nel nostro Statuto abbiamo sintetizzato così i nostri obiettivi:
• favorire il coinvolgimento dei cittadini nella vita del quartiere dando vita a momenti di democrazia realizzata dal basso e facilitando la partecipazione e la solidarietà nel campo della vita comunitaria e culturale del quartiere
• ottenere il rispetto delle Leggi dello Stato e del Regolamento Comunale, che configurano come reato il disturbo alla quiete pubblica e l’inquinamento acustico
• migliorare le condizioni di vivibilità del quartiere a tutti i livelli, contrastando tutte le forme di inquinamento nel rispetto delle leggi nazionali, regionali e comunali e svolgendo un’opera di promozione e prevenzione della salute e dell’equilibrio psicofisico dei cittadini
• costruire una rete di rapporti con cittadini anche di altri quartieri vitttime delle medesime cause di degrado

CHIEDIAMO RISPETTO per la salute e il sonno, per il cuore e il cervello, per gli occhi e le orecchie di tutti
CHIEDIAMO RISPETTO per i nostri malati e i nostri anziani, per i nostri studenti e i nostri lavoratori
CHIEDIAMO RISPETTO per tutte le leggi, comprese quelle che vietano rumori e disturbo del riposo e delle occupazioni dei cittadini di giorno e ancora di più di notte
CHIEDIAMO RISPETTO per la Costituzione che tutela la salute e promuove la pacifica e civile convivenza nelle comunità.
VOGLIAMO BATTERCI PER

• difendere le nostre vie e le nostre vite da ogni forma di inquinamento e degrado,
• favorire la partecipazione dei cittadini,
• prevenire lo stress e promuovere la salute,
• costruire un rete di rapporti con i cittadini di altri quartieri e con le Istituzioni.

UNISCITI a noi per migliorare il nostro quartiere. SEGNALACI  problemi, proposte, idee.
INSIEME prendiamo in mano il nostro futuro.

CONTATTACI via mail a  info@rispettandosansalvario.it

One thought on “Chi siamo”

  1. Mi chiedevo se sarà presa un iniziativa comune per protestare contro l’autorizzazione concessa ad un carro con musica a tutto volume che si è mosso per via berthollet in piena notte, scortato da una macchina di vigili che gli chiudeva pure il traffico in quanto autorizzati. Manifestazione con musica tra la notte del 19/20 giugno. Quale amministrazione malata può legittimare il disturbo alla quiete pubblica in un orario tra le 00 e l’1?!? Vorrei essere informata e partecipate se si deciderà di inviare formale protesta all’amministrazione!
    Ma di chi è questo quartiere di chi ci vive o di chi ci viene a bivaccare???

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *